Venezia e la letteratura italiana

A Venezia nel marzo 1505 Aldo Manuzio stampa Gli Asolani di Pietro Bembo. Sono dialoghi in prosa, in tre giornate, nel giardino della ex regina di Cipro, Caterina Corner, a Asolo.
I dialoghi di Asolo si svolgono fra tre giovani e tre donne. Parlano dell’amore da tre punti di vista. L’amore fa soffrire (“amore senza amaro, non si puote”). L’amore è fonte di gioia. L’amore è desiderio di vera bellezza, e la bellezza “non è altro che una grazia che di proporzione e di convenienza nasce e d’armonia delle cose”; anzi la vera bellezza è quella divina. 
Siamo così ad una manifestazione di amor “platonico”. Chi si interessa a queste cose ritroverà un personaggio chiamato Pietro Bembo che parla di amor platonico nel Cortegiano di Baldassar Castiglione.
Qui…
Leggi l’intero articolo su: http://feedproxy.google.com/~r/laltravenezia/~3/XY_714FT9jE/venezia-e-la-letteratura-italiana.html

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *