Thailandia: un porto, una centrale e la rabbia esplode a Krabi

 

Il progetto che fu avviato all’inizio del 2014 da parte dell’ Electricity Generating Authority di Thailandia (EGAT) comprendeva una  centrale a carbone da 800 megawatt al costo di 60 miliardi di baht (1.621.621.621 di euro) prevista nel quartiere Nua Khlong di Krabi, mentre il Ban Klong Rua, un porto per il trasporto di carbone che dovrebbe essere costruito in  Ban Klong Ruo. Questo secondo quanto stabilito dal Piano di Sviluppo Energetico di Thailandia per 2015-2036, secondo le previsioni la centrale doveva essere completata nel 2019. L’EGAT disse che prevedeva la costruzione di nove centrali a carbone nel sud del Paese nel corso dei prossimi due decenni.Il piano fu visto con favore dalla giunta, tuttavia, fu aspramente criticato da molti gruppi ambientalisti e dai residenti…
Leggi l’intero articolo su: http://fabio-ilmiodiario.blogspot.com/2017/02/thailandia-un-porto-una-centrale-e-la.html

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *